Elegie al Futuro Poeta

Prezzo: 13,50

Autore: Nguyen Chí Trung
Curatore: Filomena Ciavarella
Traduttore: Filomena Ciavarella
Testo a fronte: Inglese
Collana: Interno Books
ISBN: 9788885583184
Anno: 2018
Pagine: 104

Categoria:

Scheda Libro

 

Elegie al Futuro Poeta del vietnamita Nguyen Chí Trung, come presenta nella prefazione Filomena Ciavarella, è “un canto lieve e melanconico, che ci invita ad entrare nel secolo futuro, dove la nostalgia diviene una delicata preghiera all’ignoto. Dolcemente la sua voce accarezza e esorta le anime dei poeti del futuro, innalzando una melodia che riverbera l’Oriente nel tono doloroso e affettuoso dell’elegia. Tesse con le corde della poesia un inno che si eleva nel cielo perduto, come solo un flautista della poesia può fare. Le Elegie sono preghiere profondamente lievi nella forma del Sutra, nascono dal fiume millenario della tradizione dei Veda in India”.

 

1.

You come into the future century
Forget the way of faithful greeting
The old garden is infinitely empty
Flowers of betrayal tolerate us since the beginning

 

1.

Tu che vieni nel secolo futuro
Dimentica il modo del saluto fedele
Il vecchio giardino è infinitamente vuoto
I fiori del tradimento dagli inizi ci tollerano

 

*

 

2.

You come into the future century
Don’t bring with you the grief of a thousand years
I alone will sleep and live with the shadow
That has appeared and now vanished

 

2.

Tu che vieni nel secolo futuro
Non portare con te il dolore di mille anni
Io solo dormirò e vivrò con l’ombra
che è apparsa e ora è svanita

 

*

 

3.

You come in a century full of Sexus
The lusts of flesh are held for Love
Our thinking shows: the misery is immense
There are no more tears which call for souls

 

3.

Tu che vieni in un secolo traboccante di Sesso
Le brame della carne son ritenute Amore
Questo mostra il pensiero: immensa è la miseria
Non ci sono più lacrime ad invocare anime

 

*

 

18.

You come, you accept disunion that’s always
Substantial in life, don’t keep searching
“To search” is to lose todays
To let days pass by, to forget living

 

18.

Tu che vieni, tu accetti la separazione che è sempre
Sostanziale nella vita, non continuare a cercare
“Cercare” è perdere gli oggi
Per lasciare che i giorni trascorrano, per scordarsi di vivere

 

 

Prefazione e cura: Filomena Ciavarella
Postfazione: Giulia Basile
Traduzione dal vietnamita in inglese: Nguyen Chí Trung in collaborazione con Linda Kunhardt
Traduzione dall’inglese in italiano: Filomena Ciavarella in collaborazione con Antonino Caponnetto e gli studenti dell’IISS “De Rogatis Fioritto” di San Nicandro Garganico (FG)

Additional Information

Nota biografica

Nguyen Chí Trung (1948) è nato in un villaggio sulla costa del Vietnam del Sud, è cresciuto a Saigon. Nel 1967 si reca in Germania per studiare filosofia, matematica e meccanica applicata. Ha lavorato come ingegnere fino al 1996. Nel 2013 è stata pubblicata una raccolta dei suoi testi poetici a Saigon in sette volumi. In Italia nel 2014 viene pubblicato il libro “Venti” (Samuele Ed.). Scrive l’Elegia al Futuro Poeta I nel 1990, pubblicata ad Hanoi nel libro “Poetry – Outer Chapter” nel 1997. Nel 1994 scrive l’Elegia al Futuro Poeta II, pubblicata a Saigon nel libro 5 di Seven Words dal titolo “Moss”, pubblicato nel 2013. Nel 1996 scrive l’Elegia al Futuro Poeta III, pubblicata nel libro 7 di Seven Words, dal titolo “Void”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi