Flavia Tomassini

Si alzano le luci in assenza del sipario
e non ricordo il mio passo così incerto
come nel sogno la realtà non ha tempo,
il viso ora visto quel tanto che l’occhio
lo prende a dimora nel fuoco;
per analogia dimenticherò ogni altro
che a nessun futuro è stato intonato.
Il nome scioglie il travaso –
della fede riconsegnata allo sguardo.

Inedito

Rispondi