Mauro Liggi

Scavo con le palpebre
nella terra umida
sciolgo il perdono.

Allatto un germoglio
di pianto
le mani a coppa.

Calati pure tu
sotterra ora
anche ciò
che è vita

la mia inquietudine
vuole farsi albero.
Alla terra i miei occhi.

Alla terra i miei occhi (Interno Libri Edizioni, 2024)

Scopri il libro

Rispondi