Roberta Lipparini


Stasera vorrei mille bambini da addormentare
Ci passerei la notte fino a domani
a baciare mille fronti
mille piccole mani
A spegnere lampade colorate
a raccontare storie di fate
Una notte senza sogni e senza pensieri
ad ascoltare quei respiri leggeri
quel lievissimo rumore
che mi fa sembrare il mondo migliore
Fino all’alba, finché il buio resiste
perché se li guardo
riesco a non essere triste

da Notte di pane e zucchero

4 pensieri su “Roberta Lipparini

  1. Premesso che ognuno scrive giustamente quello che vuole, leggendo questa poesia ho pensato che l’avrei trovata più sincera e senza dubbio anche più “poetica” se invece di mille i bambini fossero stati uno solo. Però magari è solo una mia idea.

  2. La Lipparini è sempre un bellissimo misto di dolcezza e tristezza, desiderio e rimpianto, sempre tra le mie preferite e amatissime poete

  3. Stupenda ! Mi ricorda la Fondazione ” Il giardino delle rose blu ” quando, noi volontari in missione lassu’ in Croazia siamo la buonanotte ai 120 bimbi disabili abbandonati dai genitori.

Rispondi a sergio zuanetti Annulla risposta