Ol’ga Sedakova


Infanzia

Ricordo la prima infanzia
e il sogno sull’oro piumino.

Un sogno o per davvero?
Qualcuno mi vide,
veloce entrò dal giardino,
e in piedi mi sorride.

– Il mondo – dice – è un deserto.
Il cuore dell’uomo una pietra.
Amano gli uomini quel che non sanno.

Non ti scordar di me, Olga,
ed io non dimenticherò nessuno.

Solo nel fuoco si semina il fuoco (Edizioni Qiqajon, 2018) trad. di Adalberto Mainardi

Un pensiero su “Ol’ga Sedakova

Rispondi a faustalibardi Annulla risposta