Franco Fortini


Ragione degli anni

Si può ancora disperdersi, schiarite
dei mesi incerti, soli obliqui.
Si può ancora volare per la vostra
polvere tenera, schiarite.

Di rado il profondo su querce e vasche d’iride
Eliso azzurro meditando posa
e un chiù persuade il viale roseo
che l’affanno può sparire.

Ma gioventù ci aspetta in una sera
di calme stille dai rami e di passi
incerti. Una leggera chiara sera
avremo ragione degli anni.

 

Poesia e errore (Feltrinelli, 1959)

Un pensiero su “Franco Fortini

  1. La vera voce di un poeta raramente si smentisce o si nasconde. Qualche preziosimo linguistico può denotare il colore dell’epoca, ma è del poeta la sicurezza di come vadano collocate le parole. E’ impegno civile anche la fedeltà al magistero linguistici. E su questo Fortini non transige mai. Inorridirebbe della sciatteria oggi dilagante.

Rispondi a Dino Villatico Annulla risposta