Valentino Zeichen


Giovedì 24 febbraio

Chi sarei?
Un estraneo a me stesso
che è diventato poeta
senza avere basi letterarie.
Questo io mi costringe
a scrivere versi
pur essendo senza arte né parte.
Io volevo diventare altro;
stabilirmi in un territorio
di modeste ambizioni.
A cosa serve, adesso,
ribellarsi a un destino
che ha divorato gran parte
della mia vita?

 

Diario 2000 . Ogni cosa a ogni cosa ha detto addio (Fazi, 2019)

Foto di Dino Ignani

Un pensiero su “Valentino Zeichen

  1. Niente, non serve a niente, alla poesia ci si può solo arrendere.
    Interessante poeta, non lo conosco ma lo cercherò e rimedierò alla lacuna. Inoltre ha le mie stesse radici e questo m’incuriosisce ulteriormente. Grazie per avermelo fatto scoprire

Rispondi a Patrizia Annulla risposta