Giulia Del Vecchio

La mia adorata non ha corpo. Mi scrive lettere che mancano di carta ruvida, e non si sentono al tatto. Ogni tanto, mi dona un tratto di parole che ha una durata eterna nella voce – fatta di accenti sporchi, di sonore che afferrano, liquide, e di labiali che fanno l’amore. La mia creatura non … Leggi tutto Giulia Del Vecchio