Gisella Genna


Dite ai miei morti di apparirmi
poiché mi sento sola come loro
e non ho più uno specchio
dove guardare altrove.

Dite loro di svegliare il cielo
dal torpore di un tempo finito.

Io non so niente e ancora cerco
tra le volte e il fogliame
un segno, un filo
un’anticipazione.

 

© Inedito di Gisella Genna

5 commenti su “Gisella Genna

  1. Ti ringrazio per questi versi, Gisella. L’incipit è di una forza straordinaria e introduce un climax che si risolve nell’ultima strofa dove raggiungi vette di alta poesia. I miei più vivi complimenti.

Rispondi